mainSlogopaceclick Blog  · informatica · elettronica · astronomia..

Come ripristinare il corretto funzionamento di Windows Update

Se avete problemi con la procedura di aggiornamento di Windows (8 o 10), e non riuscite più a scaricare gli update per il sistema, procedete con questi passi per provare a risolvere la situazione.

1. controllate che la data e l'ora del sistema siano corrette (in caso correggetele dalle impostazioni)

2. aprite 'computer' (questo PC) e cliccate con il destro sulla partizione del sistema operativo (C:)
3. andate su strumenti e fate click su 'controllo del disco'
4. si aprirà una finestra, selezionate ANALIZZA
5. nel caso fossero rilevati degli errori, selezionate l'opzione RIPRISTINA
    (in caso venisse chiesto di pianificare l'analisi al riavvio, confermate e riavviate)

6. aprite un prompt dei comandi COME AMMINISTRATORE
   (cliccando con il destro sul logo del 'menu start')

7. inserite il comando seguente

Dism /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth

8. eseguite il comando premendo INVIO
9. a comando completato, riavviate il PC

Verificate ora il corretto funzionamento di Windows Update.

NOTA:

Nel caso il comando non abbia funzionato, procedere con questi comandi aggiuntivi
(sempre da prompt dei comandi come amministratore - dopo ogni comando digitare invio):

net stop wuauserv
net stop bits
rd /s /q %windir%\softwaredistribution
net start bits
net start wuauserv

Riavviare Windows 10, dopo alcuni minuti il sistema dovrebbe ricevere correttamente gli aggiornamenti.

Come usare Cronologia File di Windows per il backup di cartelle personalizzate

Cos'è cronologia file

Cronologia file è un'utile funzione messa a disposizione dalle ultime versioni di Windows per eseguire una sorta di backup incrementale dei nostri file.

Esegue, in base ad una pianificazione, un backup dei nuovi file, senza però cancellare dal backup le vecchie versioni degli stessi.
In questo modo, in caso di problemi con la nuova versione avremo a disposizione una 'cronologia' delle sue vecchie versioni.

undefined

Notare che questa funzione risulta molto utile in tutti quei contesti dove si richiede di modificare periodicamente dei file, non per lo storage, perché per i backup di un archivio esistono soluzioni molto più complete.
E' utilissima ad esempio per chi lavora con dei file di testo: immaginiamo di fare una modifica in un file e per distrazione cancelliamo qualcosa di importante. Normalmente la vecchia versione sarebbe irrecuperabile, ma se abbiamo impostato cronologia file, avremo a disposizione tutte le vecchie versioni pronte per essere ripristinate.

Inoltre è integrato con il sistema operativo, e il ripristino di un file è molto facile.

Come attivarla

Apriamo il pannello di controllo e cerchiamo 'Cronologia File'.

Da questa finestra possiamo impostare un Hard Disk di destinazione per i backup, e su avanzate, ogni quanto pianificare il salvataggio automatico.

Possiamo altresì escludere delle cartelle dal backup automatico.

Per abilitare la cronologia file, basta scegliere un'unità di destinazione.

undefined

Tuttavia qui sorge un problema: come visibile nella foto, il sistema eseguirà solo il backup delle cartelle "raccolte, desktop, contatti, preferiti, OneDrive".

Come fare per specificare come sorgente di backup delle altre cartelle, magari su differenti unità?

Microsoft in questo caso purtroppo non ci fornisce un'interfaccia comoda per scegliere altre sorgenti, possiamo tuttavia aggirare il problema in questo modo:

cronologia file andrà a 'pescare' file dalle raccolte vero?
Bene, allora mettiamo tutte le cartelle che ci interessano nelle raccolte.

(In realtà quando segniamo una cartella 'come in una raccolta', stiamo includendo solo un collegamento, non tutti i file, tranquilli non c'è da spostare niente)

Andiamo alla cartella che ci interessa includere nel backup e clicchiamoci con il destro, poi andiamo su 'Includi nella raccolta'.
Possiamo decidere di aggiungerla ad una raccolta esistente, o se vogliamo essere precisi, creare una nuova raccolta (magari chiamata cronologia file) proprio per tutti i backup aggiuntivi.

undefined

In questo modo alla successiva pianificazione, il backup verrà effettuato anche delle cartelle personalizzate.

Come ripristinare un file

Se avessimo la necessità di recuperare un file, potremmo ripristinarlo sia da pannello di controllo (sempre andando su cronologia file), sia direttamente dalla cartella nella quale era presente.

Per capirci, se abbiamo incluso nella raccolta la cartella X che contiene la cartella Y, che contiene il file Z

X (folder)
 | Y (folder)
    | Z (file)
    | ...(altri file)

e vogliamo ripristinare il file Z, andiamo nella cartella Y (nella quale risiede o risiedeva il file) e andiamo sull'apposito bottone "Cronologia file" in alto:

undefined

Si aprirà una finestra con TUTTE le precedenti versioni dei file.

undefined

Potremo navigare INDIETRO NEL TEMPO e ripristinare una versione vecchia anche mesi,
magari proprio quella che avevamo perso!
:)


(possiamo indicare dalle impostazioni di cronologia file quanto deve tenere in archivio backup i file)

NOTA: la cronologia file non è stata pensata per archivi di file di grandi dimensioni, ma per tutte quelle situazioni in cui c'è una modifica frequente di file di medio/piccole dimensioni.
Per il backup di interi HDD o di file 'da archivio', si consiglia la funzione 'Backup di Windows 8'

 

 

Home